Iniziative 2010

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaEmail

 

IL Calendario della Repubblica - Il Dovere della Memoria

   

Undicesima edizione

 

Programma *

 

 

27 gennaio, giorno della Memoria,

25 aprile, festa della Liberazione,

1 maggio, festa dei Lavoratori,

2 giugno, festa della Repubblica, fondata sulla Costituzione

 

25 ottobre, 8 novembre, ore 11.30

aula magna Istituto Tecnico “F. Galiani”, due incontri su Storia e Memoria, preliminari alla presentazione del libro “Ne valeva la pena”, a cura dei docenti F. Baldassarre e R. Leombroni.

 

 
11 novembre 2010, ore 17,00

Museo delle Scienze Biomediche, via della Liberazione, “Ne valeva la pena” di Armando Spataro, magistrato, con l’intervento dell’Autore.

 


14 - 31 gennaio 2011

per il Giorno della Memoria, Liceo Classico “G. B. Vico”,

PRIMO LEVI  Il filo della Memoria

mostra, letture, incontri, video e musiche dedicate al più importante testimone della Shoah.

 

febbraio ore 11.30

aula magna Istituto Tecnico “F. Galiani”: due incontri sugli anni Sessanta-Settanta a Chieti e in provincia a cura dei docenti Enrico Graziani (“La Sangro Chimica, una vittoria per il futuro”) e Roberto Leombroni ("Formidabili quegli anni. Persino a Chieti")

 


Mesi di marzo-aprile 2011, ore 11,30

 

aula magna Istituto Tecnico “F. Galiani”, due incontri sull’esercizio della Democrazia a cura dello psichiatra Tiziano Bellelli e del docente Giulio Lucchetta (“L’esercizio della Democrazia” – lezioni di Giorgio Napolitano e di Gustavo Zagrebelsky nel corso di Biennale Democrazia, Torino 2010).
In data da destinarsi, visione di un film per i centocinquanta anni dell’unità di Italia.

 


3 maggio 2011 (per il 25 aprile/1 maggio) ore 18,00

Rappresentazione teatrale “Il lavoro che resta” a cura di Antonio Tucci -Teatro del Krak di Ortona.

 


2 Giugno 2011

distribuzione della Costituzione della Repubblica italiana e lettura di alcuni articoli.

 

 

 

 


* A cura dell’associazione Chieti nuova 3 febbraio, in collaborazione con l’Agenzia di Promozione Culturale-Regione Abruzzo, l’UNITRE, l’Istituto di Istruzione Superiore “G. B. Vico”, l’ANCE-Giovani Imprenditori-Chieti, Saquella-caffè, la Confesercenti. Aderiscono l’Istituto Magistrale “I. Gonzaga” e l’Istituto Tecnico “F. Galiani”.

_______________________________________________________________________________________________________________________________

Venerdì 15 gennaio 2010

Per continuare la nostra battaglia culturale in difesa della Costituzione  e dei diritti in essa sanciti e per contribuire a fornire ai cittadini le informazioni adeguate a dotarli di strumenti che diano la possibilità di riflettere sul testamento biologico, promuoviamo la realizzazione dell’incontro dibattito              

  Il Testamento biologico-Libera scelta in libero Stato 

Venerdì 15 gennaio, ore 18,30

 Auditorium del Museo Universitario di Storia delle Scienze Biomediche, via della Liberazione – Chieti,

Intervengono Enrico Di Nicola, magistrato, Ignazio Marino, chirurgo, senatore, autore del libro “Nelle tue mani”, disponibile in sala. 

Nel libro è chiarito uno degli equivoci più pesanti della discussione italiana, che identifica l’attenzione pubblica per i problemi della vita e della salute con l’imposizione di un’ etica di Stato. Altro, infatti, è il ruolo del pubblico: apprestare le strutture che consentono ai due principi... salute come diritto e volontà libera della persona, di trovare piena e concreta attuazione.

(Stefano Rodotà, La Repubblica, 4 settembre 2009) 

 “Molti paesi del mondo hanno adottato leggi su questa materia… per permettere che ogni persona possa lasciare indicazioni su come vorrà essere trattata e assistita se un giorno, in balia delle macchine e senza speranza di recuperare la propria integrità intellettiva, non sarà più in grado di decidere per se stessa”… In Italia, “la maggioranza parlamentare”, al Senato, “non ha voluto fare una legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento, ma una legge che impedisce l’esercizio della libertà sulle terapie alla fine della vita…, che decide per i cittadini, privandoli di un diritto fondamentale” (dal libro “Nelle tue mani” di Ignazio Marino).

 

Mercoledì 27 gennaio 2010

Mercoledì 27 gennaio, ore 18,30, Aula magna dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”- Chieti, in collaborazione con l’Istituto Tecnico “F. Galiani”, l’Unitre, il Liceo Classico “G. B. Vico”, la Confesercenti, decima edizione del progetto Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria  

Concerto per il Giorno della Memoria

Musica Strumentale di Autori Ebraici del Rinascimento a cura di Fairy Consort Luca Dragani - flauti dolci, viola da gamba Luca Matani - violino e viola barocchi, viella Francesco Palombo - dulciana
Walter D'Arcangelo – clavicembalo

  

Martedì 2 febbraio 2010

Martedì 2 febbraio, ore 11,15, aula magna dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”, Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria, presentazione del libro Elogio della Politica (Autori Vari, BUR), prima parte con la partecipazione di Tiziano Bellelli;

lettura di alcuni brani del libro a cura degli studenti Chiara Colangelo e Irina Kadar del Liceo Classico “G. B. Vico”, Maria Butnaru, Francesco Cerritelli, Giulia Di Camillo, Piera Zuccarini dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”; conclusione musicale a cura dello studente Mauro Colantonio del Liceo Classico “G. b. Vico”.

“Che a tutti sia distribuita l’arte della politica: quella che Cicerone chiamerà la scienza della politica è la premessa della democrazia, ma non la garanzia. Per non restare spettatori colpevoli…quella dote va investita…quell’arte politica …va esercitata da ognuno”. Dall’Elogio della Politica”, a cura di Ivano Dionigi

 

Mercoledì 3 febbraio 2010

     Comunicato ai quotidiani locali

Riflessioni in occasione del compleanno

dell’associazione Chieti nuova 3 febbraio

 

2 febbraio 19933 febbraio 2010

Per superare, senza dimenticare, le ragioni che hanno portato ai gravi fatti

del 2 febbraio 1993, con l’arresto di Sindaco e Giunta

 

L’associazione Chieti nuova 3 febbraio continua ad impegnarsi in iniziative volte a costruire la Democrazia come fine e come pratica, perché la città sia effettivamente dei cittadini.

Infatti, la tenuta della Democrazia è affidata non solo alle Istituzioni, ma soprattutto al cittadino, alla sua consapevolezza e al suo senso di responsabilità e di libertà, come è scritto nella Costituzione della Repubblica Italiana.

Con l’esercizio del mestiere di cittadino, cioè con la pratica quotidiana della Democrazia si costruisce l’antidoto alla subordinazione ad un potere che cala dall’alto, alla crisi delle coscienze, all’astensionismo.

Quindi, partecipazione non è da intendersi come favore concesso dal potere per avere il consenso, ma esigenza profonda del cittadino, convinto che la Democrazia non dura se non è costume: è una vera e propria controffensiva culturale che si basa sulla certezza che le scelte relative al destino del territorio prevedono il coinvolgimento diretto e reale del cittadino, che comporta il controllo informato quotidiano e permanente della vita pubblica attraverso la conoscenza dei fatti e la consapevolezza dei problemi.

I cittadini di Chieti sapranno trasformare lo scontento in critica e partecipazione, reclamando di voler concorrere al Progetto Chieti, cercando di ricostruire la parte migliore della città prima di tutto nelle coscienze, chiedendo ai politici il rispetto dei diritti in nome di un’Etica pubblica, che non consiste soltanto nel non rubare, ma in un’idea di cittadinanza e di solidarietà da restaurare?

 

Manifesto affisso:

2 febbraio 1993 – 3 febbraio 2010

Per superare, senza dimenticare, le ragioni che hanno portato ai gravi fatti del 2 febbraio 1993, con l’arresto di Sindaco e Giunta

 

la nuova Chieti

ha bisogno  ancora e sempre

di cittadini

che scelgano di essere persone

autonome, responsabili, oneste, solidali

  

Giovedì 25 febbraio 2010

Giovedì 25 febbraio, ore 11,15, aula magna dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”, Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria, L’Elogio della Politica, seconda parte, con l’intervento di Roberto Leombroni;  

lettura di alcuni passi del libro da parte degli studenti  Sandra Di Lanzo, Maria Elena Iezzi, Irina Kadar del Liceo Classico “G. B. Vico”, Maria Butnaru, Francesco Cerritelli, Giulia Di Camillo dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”; Momento musicale con gli alunni Luigi Di Sipio (chitarra), Alessandro Primavera,(chitarra), Giacomo Sulpizio (voce e tastiera) dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”.

 Si ringraziano la Preside G. Politi e i Docenti Francesco Baldassarre, Caterina Piccirilli, Antonella Santarelli, Roberta Serafini del Liceo Classico “G. B. Vico”; la Preside C. Carunchio e i Docenti Carla Amati, Ada Andriani, Roberta Bucci, Giuseppina Cifani, Raffaella Damiano, Gabriella Micomonaco dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”

 

 Mercoledì 7 aprile 2010

Mercoledì 7 aprile, ore 17,30, Sala del Consiglio Provinciale – Chieti, in collaborazione con l’UNITRE e con Libridine

 Presentazione del libro Peccatori - Gli Italiani nei dieci Comandamenti di Antonello Caporale

Intervengono Antonello Caporale, giornalista del quotidiano La Repubblica, Rossella Graziani, autrice del capitolo sul terremoto dell’Aquila, Carlo Orsini, voce recitante; Modera Maria Rosaria La Morgia, giornalista del tgr Abruzzo

----------

..Sono narrati i fatti e gli atti di chi ci guida, dei protagonisti della vita politica e sociale, ma non è taciuta la collusione di cui godono. E' raccontata l'Italia vista dalla cima, dal finestrino di un aereo. o dal fondo, dalla gabbia di un call center... E' l'istantanea di un Paese che ha smarrito la bussola, e forse nemmeno la cerca più. ...Sono scandagliate le ragioni del nostro assopimento, i modi e i tempi dello scivolamento verso una dose quotidiana di illecito... dal libro "Peccatori" di Antonello Caporale

 

Mercoledì 21 aprile 2010

Mercoledì 21 aprile, ore 17,30, auditorium V. Cianfarani, Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria, incontro con Marco Travaglio, Ad personam

“Ai guasti di un pericoloso sgretolamento della volontà generale, al naufragio della coscienza civica nella perdita del senso del diritto, ultimo, estremo baluardo della questione morale, è dovere della collettività resistere, resistere, resistere come su una irrinunciabile linea del Piave”. Francesco Saverio Borrelli da “Ad personam” di Marco Travaglio.

L’enorme afflusso di persone (più di ottocento) ha costretto a cercare spazi alternativi. Data l’impossibilità di utilizzare il Supercinema per l’inagibilità della parte superiore, il pubblico è stato dirottato verso gli spazi esterni del Parco archeologico della Civitella, la piazzetta Di Resta e l’impianto di amplificazione è stato assicurato dagli operatori del Museo e dal tecnico Claudio Nacci. Marco Travaglio ha parlato in piedi per novanta minuti e ha firmato centinaia di autografi. 

 

Giovedì 22 aprile 2010 

Giovedì 22 aprile, ore 11,15aula magna dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”, Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria, visione del documentario di Anna Cavasinni e di Fabrizio Franceschelli “La Brigata Maiella”, conversazione degli alunni con gli Autori.

 

 Martedì 4 maggio 2010  

Martedì 4 maggio, ore 11,15, aula magna dell’Istituto tecnico “F. Galiani”, in collaborazione anche con la CGIL di Chieti, Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria, rappresentazione del Teatro del Krak di Ortona, “Il lavoro che resta, storie di lavoro nel Sud dell’Abruzzo”, con Alessandra Angelucci, scene e costumi di Antonella Spelozzo, luci di Tea Primiterra, scrittura scenica e regia di Antonio Tucci.

  

 

Lunedì 31 maggio 2010

L’associazione Chieti nuova 3 febbraio, in collaborazione con l’UNITRE, l’Istituto Tecnico “F. Galiani”, il Liceo Classico “G. B. Vico”, la Confesercenti, concluderà la decima edizione della manifestazione

Il Calendario della Repubblica-Il Dovere della Memoria

Lunedì 31 maggio 2010, ore 11,00

presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”

con l’iniziativa “Incontro con la Costituzione”

promossa per la Festa della Repubblica.

 

Interverrà il magistrato Enrico Di Nicola, che parlerà ai giovani sul tema “Nascita della Repubblica-Cittadinanza e Costituzione” e consegnerà ad ogni alunno partecipante una copia della Costituzione.

Gli studenti della III A Iter dell’Istituto Tecnico “F. Galiani”, vincitori del Concorso di idee sulla Legalità” nell’anno scolastico 2008-2009, parteciperanno con “La Costituzione in musica.

Ancor oggi, a distanza di tanto tempo, a questa Costituzione della Repubblica possiamo e dobbiamo affidare le nostre speranze perché, a detta di tutti, almeno sotto il profilo formale, malgrado la sua non verde età, è una delle migliori Costituzioni del mondo e sa dare risposte esaurienti ed attuali a qualsiasi problema essendo la più idonea a soddisfare le complesse esigenze delle società moderne più civili e sviluppate, specie per quanto riguarda gli obiettivi democratici predisposti ed i principi fondamentali ed i valori universali perseguiti…”

Enrico Di Nicola

Concorso di idee sulla Legalità è inserito nel programma “Percorsi sulla Legalità”, promosso dalla Regione Abruzzo, in collaborazione con Libera-associazione, nomi e numeri contro le mafie

 

Mercoledì 2 giugno 2010

 Comitato di Chieti

Salviamo la Costituzione

Aggiornarla – Applicarla – non Demolirla

FESTA della REPUBBLICA

Mercoledì 2 giugno

ore 11,00 - 13,00 e ore 18,00 - 20,00

piazza Valignani

presidio in difesa della

Costituzione della Repubblica Italiana

entrata in vigore il 1 gennaio 1948

Il Comitato di Chieti in difesa della Costituzione è composto dalle associazioni Amici della Biblioteca A. C. De Meis, ANPI-Brigata Maiella, Chieti nuova 3 febbraio, Chieti resiste, Comitato di quartiere Santa Maria, La fabbrica di Chieti, Lucciole e Lanterne, Unitel, Unitre, dal CIF, dalla Confesercenti, da Legambiente, dai partiti Italia dei Valori, Partito Democratico, Rifondazione comunista, Sinistra ecologia e libertà, dai Giovani dell’Italia dei Valori, dai Giovani Democratici, dai Sindacati CGIL, CISL, UIL.

Il Comitato di Chieti “Salviamo la Costituzione – Aggiornarla - Applicarla - non Demolirla” invita i cittadini alla mobilitazione democratica in difesa dei Principi ispiratori della Costituzione, dei diritti, della separazione dei poteri, delle fondamenta stesse della Repubblica, nata dall’Antifascismo e dalla Resistenza, auspicando che intorno ai Valori della Costituzione si realizzi il più ampio coinvolgimento a livello locale e nazionale.

E’ in atto, infatti, un disegno politico ampio che tende a cambiare il sistema delle garanzie, a stravolgere la legalità costituzionale e i diritti della persona, cancellando la cultura che è alla base della Carta Costituzionale e il modello di società che Essa vuole attuare.

Il Comitato ricorda la netta vittoria che i cittadini di Chieti hanno assegnato al NO nel referendum Costituzionale del 25 e del 26 giugno 2006, evidenziando le analogie tra l’impianto di quella riforma, rifiutata dagli Italiani e le riforme già attuate o in via di attuazione sui temi dei Diritti - Giustizia, Informazione, Lavoro, Sanità, Scuola, Sicurezza, Beni Culturali e Ambientali -.

 

Mercoledì 9 giugno 2010

Mercoledì 9 giugno 2010, ore 9,30,

auditorium della Scuola Media Chiarini,

conclusione del XVII corso di Educazione alla Legalità nelle Scuole,

a cura dell’Associazione Chieti nuova 3 febbraio e dell’Associazione Nazionale Magistrati-Sezione Abruzzese.


Tema del corso

“Non c’è uguaglianza senza regole”.


Hanno partecipato le Scuole Medie di CHIETI G. Chiarini-C. De Lollis - F.Vicentini-M. Della Porta, G. Mezzanotte-V. Antonelli; di FARA FILIORUM PETRI-sez.di Casacanditella e di Roccamontepiano; di ORTONA D. Pugliesi; di PENNE L. C. Paratore; di PESCARA D. Tinozzi-G. Pascoli; di RIPA TEATINA M. Buonarroti;di SAN GIOVANNI TEATINO G. Galilei; il III Circolo Scuola Primaria di Pescara-plessi di vle Regina Elena e di via Milite Ignoto-; l’Istituto comprensivo di Tollo-Canosa N. Nicolini, per un totale di studenti n.828. N. 42 i docenti interessati.
Sono intervenuti i magistrati Aldo Aceto, Peppe Bellelli, Angelo Bozza, Laura D’Arcangelo, Barbara Del Bono, Rita De Donato, Andrea Dell’Orso, Pippo Falasca, Anna Fortieri, Lucio Luciotti, Patrizia Medica, Pietro Mennini, Ilaria Prozzo, Chiara Serafini, Delio Spagnolo, Angelo Zaccagnini.
Il corso si è articolato in lezioni preliminari dei docenti, nella visione del film “La classe” di Laurent Cantet sul tema delle regole, in conversazioni dei magistrati nelle scuole, nella distribuzione di un questionario, nel laboratorio teatrale sulla Legalità per le classi III, IV, V della Scuola primaria di Canosa a cura di Antonio Tucci del Teatro del Krak.               
L’incontro del 9 giugno prevede la premiazione delle Scuole partecipanti e lo spettacolo teatrale sulla Legalità da parte delle classi III, IV, V della Scuola primaria di Canosa. 
Si ringrazia la Provincia di Chieti per aver fornito le copie della Costituzione della Repubblica italiana da consegnare alle Scuole.

  

 Sabato 12 Giugno 2010

L’Associazione e Fondazione fra i Mutilati ed Invalidi di Guerra-Sezione Provinciale Chieti

in collaborazione con

la Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti

la Camera di Commercio di Chieti

i Giovani dell’Agorà – Chieti

l’UNITRE

Chieti nuova 3 febbraio

organizza

Il CONVEGNO INTERREGIONALE

“La memoria e la storia- La Resistenza in provincia di Chieti, memoria, oblio, revisione”,

sabato 12 giugno 2010, ore 9,00

presso l’auditorium Museo di Storia delle Scienze Biomediche

pza Trento e Trieste, Chieti.

Intervengono il prof. Bartolo Iossa, filosofo (Relazione)

Il prof. Filippo Paziente, storico (Relazione)

Intermezzo musicale della Corale COLLINE VERDI TEATINE

 

Venerdì 18 Giugno 2010

 

Associazione Chieti Nuova 3 Febbraio

Associazione Chieti Resiste


 

Venerdì 18 giugno 2010, ore 18,00

Sala del Consiglio Provinciale Corso Marrucino 97 - Chieti

Domande e Risposte sulla mafia

incontro dibattito

Intervengono

Attilio BOLZONI

giornalista del quotidiano La Repubblica

autore del libro FAQ Mafia

 

Nicola TRIFUOGGI

procuratore della Repubblica di Pescara

 

La cittadinanza è invitata a partecipare

 

Mercoledì 23 Giugno 2010

 

 Mercoledì 23 giugno alle 16 a L'Aquila al Consiglio Regionale straordinario sul petrolio

convocato su richiesta di numerosi consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, e su proposta della Rete di associazioni e cittadini che si battono per la tutela dell’ambiente abruzzese EmergenzaAmbienteAbruzzo.

 

Partecipare ad un presidio in un giorno feriale è difficile, ma essere a L'Aquila il prossimo 23 giugno è davvero importante, per ribadire che non vogliamo l'Abruzzo trasformato in un distretto petrolifero.

XVII Corso di Educazione alla Legalità a. s. 2009-10 Sintesi dei risultati del questionario